.
Annunci online

  supermax The SuperMax Truth
 
Poesie & Canzoni
 


Image and video hosting by TinyPic
Image and video hosting by TinyPic
-------------


Just a dreamer...
-------------


massimilianopapili@hotmail.it

supermax_brendon@hotmail.com

supermax_brendon
-------------


-------------


:: HIC SUNT LEONES 1968-2005 ::
-------------

-------------

LA MIA TOP FIVE:

-------------

-------------

-------------

-------------


...Altri che ho amato:
Aldilà delle nuvole, Il miglio verde, Colazione da Tiffany, Che ne sarà di noi, Pearl Harbor, Hitch, Rocky 4, Aldilà dei sogni, Will Hunting, Manuale d'amore, The Passion, Tre metri sopra il cielo, Full Metal Jacket, Titanic, Terapia e pallottole, Vi presento Joe Black, L'uomo della pioggia, Don Juan De Marco.
-------------

Non avete idea di quanta musica ascolti! ...con l'aiuto del web preparo una piccola lista, non facendo distinzioni tra i vari generi e le sottocategorie che vanno dal rock all'Heavy Metal, indico direttamente alcune mie preferenze, dividendo per musica italiana ed internazionale.
- Italiana:
Ovviamente il mitico...


Poi...
Baustelle, Adriano Celentano, Dhamm\Sautiva, Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Luca Barbarossa, Alex Baroni, Franco Battiato, Lucio Battisti, Edoardo Bennato, Samuele Bersani, Andrea Bocelli, Luca Carboni, Adriano Celentano, Cesare Cremonini\Lunapop, Cristiano De André, Fabrizio De André, Francesco De Gregori, Massimo Di Cataldo, Elio e le Storie Tese, Elisa, Niccolò Fabi, Giovanni Ferretti\CSI, Tiziano Ferro, Riccardo Fogli, Alberto Fortis, Giorgio Gaber, Rino Gaetano, Max Gazzè, Ivan Graziani, Gianluca Grignani, Francesco Guccini, Jovanotti, Luciferme, Le Vibrazioni, Luciano Ligabue, Mango, Marlene Kuntz, Marco Masini, Amedeo Minghi, Gianni Morandi, Nada, Negrita, Nek, Nomadi, Gatto Panceri, Pooh, Piero Pelù\Litfiba anni 80-90, Max Pezzali\883, Prophilax, Pupo, Raf, Eros Ramazzotti, Francesco Renga, Ron, Enrico Ruggeri, Sikitikis, Stadio, Luigi Tenco, Timoria, Umberto Tozzi, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Stefano Zarfati, Michele Zarrillo, Renato Zero, Zucchero...

- Internazionale:
Bryan Adams, Aphrodite's Child\Vangelis & Demis Roussos, Beatles, Blessed Union of Souls, Blind Guardian, Miguel Bose, Cat Stevens, Coldplay, Celine Dion, Dire Straits, Bob Dylan, Eagles, Eminem, Europe, Genesis, Grave Digger, HIM, Jethro Tull, Judas Priest, Lacuna Coil, Led Zeppelin, Linkin Park, Manowar, Marillion, Paul McCartney, Motörhead, Nightwish, Nirvana, Oasis, Pantera, Pink Floid, R.E.M., Rhapsody, Rolling Stones, Roxette, Carlos Santana, Simon & Garfunkel, S.O.A.D, Slayer, Steve Vai, Sting & Police, Supertramp, The Cardigans, The Connells, The Corrs, The Cranberries, Testament, Toto, Bonnie Tyler, U2, Van Halen, Robbie Williams...

..."Sono stato punk prima di te, sono stato più cattivo io. Suonavo l'heavy metal quando tu
eri chiuso nell'asilo"
, recita una vecchia canzone di Enrico Ruggeri, nel mio caso ben rappresenta la realtà, quella di un ragazzo che fra tutti i generi ha scelto di amare l'hard rock ed il Metal da quando aveva 13 anni.

Qui i miti sono:










-------------


-------------
Piccolo test...
-------------

In arrivo...
-------------



-------------

-------------

-------------
DISCLAIMER
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicita'. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Le immagini pubblicate sono state reperite su internet, quindi giudicate di pubblico dominio, ma qualora se ne vantassero diritti, si mandi una e-mail per chiedere la rimozione delle stesse. Inoltre, non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Il fatto che il blog fornisca questi collegamenti non implica l'approvazione dei siti stessi, sulla cui qualità, contenuti e grafica è declinata ogni responsabilità.
-------------

-------------


23 aprile 2008

Pictures of you



The Cure - Pictures Of You

I've been looking so long at these pictures of
you that I almost believe that they're real
I've been living so long with my pictures of you that
I almost believe that the pictures are all I can
feel

Remembering you standing quiet in the rain as
I ran to your heart to be near and we kissed as
the sky fell in holding you close how I always
held close in your fear remembering you
running soft through the night you were bigger
brighter and whiter than snow and
screamed at the make-believe screamed at the
sky and you finally found all your courage to
let it all go

Remembering you falling into my arms crying
for the death of you heart you were stone
white so delicate so lost in the cold you were
always so lost in the dark
Remembering you how you used to be so drowned you were
angels so much more than everything oh hold
for the last time then slip away quietly open
my eyes but I never see anything

If only I'd thought of the right words I could
have held onto your heart if only I'd thought of
the right words I wouldn't be breaking apart all
my pictures of you

Looking so long at these pictures of you never
hold onto your heart looking so long for
the words to be true but always just breaking
apart my pictures of you

There is nothing in the world that I ever
wanted more than to feel you deep in my heart
There was nothing in the world that I ever
wanted more than to never feel the breaking
apart of my pictures of you.




permalink | inviato da supermax il 23/4/2008 alle 18:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


20 aprile 2008

Libertà è amore...

«C’era una volta un uccellino, con ali perfette e piume lucenti, colorate e meravigliose. Insomma un animale creato per volare in libertà nel cielo e ralegrare chiunque lo vedesse.
Un giorno, una donna vide questo uccellino e se ne innamorò. Stupefatta, si fermò a osservarne il volo con il cuore che batteva all’impazzata, e gli occhi brillanti di emozione. Lo invitò a volare vicino a lei, e insieme vagarono attraverso i cieli e le terre in perfetta armonia. Lei ammirava, venerava, celebrava quell’uccelllino.
Ma poi pensò: “E se volesse conoscere le montagne lontane?” Ebbe paura. Paura di non provare mai più quel sentimento con altri uccellini. E provò anche invidia: invidia per la sua capacità di volare.

Si sentiva sola.
E allora si disse: “Preparerò una trappola. La prossima volta che arriverà, non potrà più andare via!”.
L’uccellino, parimenti innamorato, tornò il giorno seguente, cadde nella trappola e fu imprigionato in una gabbia.
Lei trascorreva ore a guardarlo, tutti i giorni. Era l’oggetto della sua passione e lo mostrava alle amiche, che dicevano: “Ma tu hai davvero tutto”. Poi cominciò a verificarsi una strana trasformazione: visto che possedeva l’uccellino, e non aveva più bisogno di conquistarlo, lentamente perse interesse per lui. E l’uccellino, non potendo volare ed esprimere il senso della propria vita, a poco a poco deperì, la lucentezza delle sue piume svanì e divenne brutto. La donna non gli prestava più attenzione, se non per nutrirlo e pulirgli la gabbia.
Un giorno, l’uccellino morì. Lei ne fu profondamente rattristata e iniziò a pensare sempre a lui. Tuttavia non si ricordava della gabbia, rammentava soltanto il giorno in cui lo aveva visto per la prima volta, mentre volava felice fra le nuvole.
Se avesse osservato se stessa, avrebbe scoperto che ciò che l’aveva colpita in quell’uccellino era la libertà, l’energia delle sue ali in movimento, e non il suo corpo fisico.
Senza l’uccellino, la sua vita perse di significato, e la Morte andò a bussarle alla porta. “Perchè sei venuta?” le domandò lei.
“Per farti volare di nuovo insieme a lui nel cielo”, rispose la Morte. “Se lo avessi lasciato partire e tornare, lo avresti amato e ammirato anche di più. Ora, invece, hai bisogno di me per poterlo rincontrare”.»

Da "Undici minuti" di Paolo Coelho



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. amore è libertà

permalink | inviato da supermax il 20/4/2008 alle 23:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


1 marzo 2008

Eppure mi hai cambiato la vita

Emozionante. Grazie Fabrizio.


Fabrizio Moro - Eppure mi hai cambiato la vita

Le luci della notte mi fanno compagnia
Sto in macchina da solo perché tu sei andata via
E provo a immaginare il mio futuro senza te
Come farò a ricominciare
Un’altra donna con un altro modo di fare
Riabituarmi a mangiare a guardare un film a dormire insieme
A non aver paura dei miei cattivi odori
A sussurrare piano
Gli amori vanno via
Ma il nostro ma il nostro no

Il tempo passa
Mentre aspetti qualcosa di più
Ma no rimette a posto niente
Se non lo fai tu

E intanto ogni cosa se vuoi da sempre mi parli di noi
Stasera sei lontana
Mentre io penso a te
Eppure sei vicina a me
Non chiedermi perché
Sarà che mi hai cambiato la vita
Sembra ieri
Eppure mi hai cambiato la vita
Gli amori vanno via
Ma i sogni ma i sogni no

Alcuni non si avvereranno mai però
Immaginare è l’unica certezza che ho

E questa solitudine che sento sarà
Il prezzo per un po’ di libertà

Stasera sei lontana
Mentre io penso a te
Eppure sei vicina a me
Non chiedermi perché
Sarà che mi hai cambiato la vita
Sembra ieri
Eppure mi hai cambiato la vita
Stasera sei lontana
Mentre io penso a te
Eppure sei vicina a me
Non chiedermi perché
Sarà che mi hai cambiato la vita
Sembra ieri
Eppure mi hai cambiato la vita


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. anto max 14 settembre 2006 ti amo

permalink | inviato da supermax il 1/3/2008 alle 15:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


25 novembre 2007

Provando a descrivere ciò che provo in questi giorni.



Chi non ha mai visto in una stanza buia

filtrare la luce del giorno,
levandosi da un corpo adorato,
per accostare le tende,
non può capire quel che cerco di dire,
quanto fosse lento l'ultimo bacio
quanto caldo e lungo il suo indugio

(Oscar Wilde)




permalink | inviato da supermax il 25/11/2007 alle 4:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 ottobre 2007

Notte

Quanto c'è di noi in questo pezzo...

Marlene Kuntz - Notte

Mi dispiace veramente
che sono ancora qui a parlare di noi,
ma è il mio modo di espiare
colpe a cui non sono date
alternative valide.


E c'è la notte che
mi conturba con tutta la sua intimità...
Questo fa con te?

Prima, come una folata
ti ha segnata con le lacrime
:
era l'ira minacciosa che soffiava
dalle nostre bocche
amare e stupide.

E la notte ti preserva
dalla mia intimità,
ma chissà se ti riserva
il desiderio e la paura della bontà
come fa con me
.

"...Eri così bella nella tua complicità,
l'anima gemella della mia felicità.
Ero io così per te
. Ma l'incantesimo
la mia bacchetta l'ha spezzato poco a poco
..."

Ti dispiacerà per sempre
che ero ancora lì a parlare di noi?
Ma mi son messo a camminare
e confido che qualcosa, prima o poi,
mi distrarrà:

c'è la nebbia e il suo biancore...
c'è un ubriaco da sorreggere...
Io vorrei solo scoprire
se anche tu hai delle colpe che
non puoi eludere.

E la notte ti preserva
dalla mia intimità,
ma si insinua lentamente
tra i velami della mia sensibilità:
questo fa con me.

"...Ero così bello nella mia complicità
l'anima gemella della tua felicità.
Eri tu così per me. Ma l'incantesimo
la tua bacchetta l'ha spezzato poco a poco..."

Eri tu così per me
ero io così per te
eravamo l'un per l'altra incorruttibili
eri tu così per me
ero io così per te

ma l'incantesimo si è spento poco a poco
.


18 aprile 2007

Pensa

Posto il testo di questa bellissima canzone che ha vinto la categoria giovani al festival di Sanremo 2007, non è un pezzo rock ne metal (musica che prediligo ascoltare), ma questo è un pezzo che fa riflettere, scritto da Fabrizio Moro un ragazzo mio concittadino (come me è di Guidonia), è un testo bellissimo...
http://img451.imageshack.us/img451/4470/pensamoroqr8.jpg

Fabrizio Moro - Pensa

Ci sono stati uomini che hanno scritto pagine
Appunti di una vita dal valore inestimabile
Insostituibili perché hanno denunciato
il più corrotto dei sistemi troppo spesso ignorato
Uomini o angeli mandati sulla terra per combattere una guerra
di faide e di famiglie sparse come tante biglie
su un isola di sangue che fra tante meraviglie
fra limoni e fra conchiglie... massacra figli e figlie
di una generazione costretta a non guardare
a parlare a bassa voce a spegnere la luce
a commententare in pace ogni pallottola nell'aria
ogni cadavere in un fosso
Ci sono stati uomini che passo dopo passo
hanno lasciato un segno con coraggio e con impegno
con dedizione contro un'istituzione organizzata
cosa nostra... cosa vostra... cos'è vostro?
è nostra... la libertà di dire
che gli occhi sono fatti per guardare
La bocca per parlare le orecchie ascoltano...
Non solo musica non solo musica
La testa si gira e aggiusta la mira ragiona
A volte condanna a volte perdona
Semplicemente
Pensa prima di sparare
Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare
Pensa che puoi decidere tu
Resta un attimo soltanto un attimo di più
Con la testa fra le mani
Ci sono stati uomini che sono morti giovani
Ma consapevoli che le loro idee
Sarebbero rimaste nei secoli come parole iperbole
Intatte e reali come piccoli miracoli
Idee di uguaglianza idee di educazione
Contro ogni uomo che eserciti oppressione
Contro ogni suo simile contro chi è più debole
Contro chi sotterra la coscienza nel cemento
Pensa prima di sparare
Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare
Pensa che puoi decidere tu
Resta un attimo soltanto un attimo di più
Con la testa fra le mani
Ci sono stati uomini che hanno continuato
Nonostante intorno fosse [tutto bruciato
Perché in fondo questa vita non ha significato
Se hai paura di una bomba o di un fucile puntato
Gli uomini passano e passa una canzone
Ma nessuno potrà fermare mai la convinzione
Che la giustizia no... non è solo un'illusione
Pensa prima di sparare
Pensa prima dì dire e di giudicare prova a pensare
Pensa che puoi decidere tu
Resta un attimo soltanto un attimo di più
Con la testa fra le mani
Pensa.


2 aprile 2007

Talkin' Bout A Revolution



Tracy Chapman - Talkin' Bout A Revolution


Don't you know you're talking about a revolution
It sounds like a whisper
Don't you know they're talking about a revolution
It sounds like a whisper

While they're standing in the welfare lines
Crying at the doorsteps of those armies of salvation
Wasting time in unemployment lines
Sitting around waiting for a promotion

Don't you know you're talking about a revolution
It sounds like a whisper

Poor people are gonna rise up
And get their share
Poor people are gonna rise up
And take what's theirs

Don't you know you better run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run
Oh I said you better run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run, run

Finally the tables are starting to turn
Talking about a revolution
Finally the tables are starting to turn
Talking about a revolution oh no
Talking about a revolution oh no

While they're standing in the welfare lines
Crying at the doorsteps of those armies of salvation
Wasting time in unemployment lines
Sitting around waiting for a promotion

Don't you know you're talking about a revolution
It sounds like a whisper

And finally the tables are starting to turn
Talking about a revolution
Finally the tables are starting to turn
Talking about a revolution oh no
Talking about a revolution oh no
Talking about a revolution oh no.




permalink | inviato da il 2/4/2007 alle 3:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa


2 marzo 2007

La bellezza riunita



Lucio Battisti - La bellezza riunita

Mi apparisti vestita
e più carpita da me
più che tu non lo fossi.
Misurarti la vita
mi pare proprio che sia
tutto quello che posso.
La bellezza riunita
ha più difesa di sé;
mi dicesti "Sospira".
Come chi si ritrae con il dito chiedendo silenzio;
la totale pienezza di te
dal mio braccio destro si disincagliava e calava nell'ansa
del sinistro, mista alle piegature, e declinava.
Di te, in te stessa, l'attività assoluta
era una lotta contro la natura
che è dimessa al vento,
succube alla furia.
Ma tu non soccombevi,
eri impennata
sulla tua forma finita e creata.
E la tua finitezza superavi
sapendo, di te stessa,
non solo di convessa, di concava, di cava,
umana, pelle umana. E la realtà finiva
e il vero cominciava. Certo imbruniva,
ma imbruniva fuori.
All'interno i colori
erano luci spente,
umiliate dalla tua bocca ponente.
Dopo un po' si vedeva
soltanto quello che può
perdonare la vista.
E scoprire le gambe,
fu qui la tua miglioria,
per distinguere meglio.
Ogni tuo gesto è compreso
in tutto quello che sa
di te stessa quel gesto.




permalink | inviato da il 2/3/2007 alle 14:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


27 gennaio 2007

C'è un viaggio che ognuno fa solo con se...



"O bella mia io vado via
e non ti porto con me
c'e' un viaggio che
ognuno fa solo con se'
perche' non e' che si va vicino
perche' un destino non ha"

Le Vie Dei Colori, Claudio Baglioni




permalink | inviato da il 27/1/2007 alle 18:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


27 novembre 2006

Amore per te (...E' per te AMORE)



Mango - Amore per te

Tutto è… pensare a te
e così ti penso
La mia carne e l’anima
fanno il cuore denso
Tu sei, tu sei, lo so
così vicina
tu sei, tu sei, lo so
Io vorrei raggiungerti
in trasparenza
Tutto è vedere te
con i vestiti e senza
Tu sei, tu sei, lo so
la mia rovina
tu sei, tu sei, lo so
I see your love
I see your love
È amore per te
come il sole sale e poi va giù
so che tutto il bene mio
dentro le tue braccia va a finire
Fai tu.. tu.. tu.. tu..
Io passerei tra le tue dita
ci passerei tuta la vita
Voglio ritrovarti qui
nei miei risvegli
L’aria dei capelli tuoi
respirare voglio
Tu sei, tu sei, lo so
mai come prima
tu sei, tu sei, lo so
I see your love
I see your love
È amore per te
come il sole sale e poi va giù
È così vicino il blu
(guardo te)
mare così
bello non c’è
quando sorridi
Fai tu.. tu.. tu.. tu..
Canta così nella mia vita
fermati qui nella mia vita
E’ amore per te
tanto più da non sapere quanto
Fai tu.. tu.. tu.. tu..
Io passerei tra le tue dita
ci passerei tutta la vita.




permalink | inviato da il 27/11/2006 alle 19:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


28 ottobre 2006

L'Amore che cos'è



Luca Carboni - L'Amore che cos'è

Ho bisogno di vederti di vederti e di toccarti
ho già fretta di infilarmi nel tuo cuore

no, no non hai capito non ho detto di spogliarti
io ci voglio entrare adesso anche se sei vestita

voglio entrare nella tua vita
dimmi a cosa stai pensando
vedi com'è bella la vita
anche solo per un momento

amore amore che cos'è questa porta che si è aperta
quest'onda che ci trasporta chissà dove ci porta

ma l'amore che cos'è?
bravo chi lo sa capire
ma l'amore cosa fa?
so solo che mi fa morire

la senti amore questa onda che viene e va
e ci invade anche l'anima
ci fa nascere e morire più che si può
mille volte al secondo mi ami o no?

la senti amore questa onda che sbatte qui
non esiste più forte di così
prendi e dammi questo amore più che si può
e non farmi uscire più da qui

innamorarsi è una cosa seria più grande del mare
infatti il nostro piccolo cuore, senti, rischia di scoppiare

ma l'amore che cos'è?
nessuno ce lo può spiegare
... ma l'amore cosa fa?
può farci tutto ma non del male

la senti amore questa onda che viene e va
e ci entra nell'anima
ci fa nascere e morire più che si può
mille volte al secondo mi ami o no?

la senti amore questa onda che sbatte qui
non esiste più forte di così
prendi e dammi questo amore più che si può
e non farmi uscire più da qui

La senti amore questa onda che viene e va
e ci invade anche l'anima
ci fa nascere e morire più che si può
mille volte al secondo mi ami o no?




permalink | inviato da il 28/10/2006 alle 7:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


29 luglio 2006

La paura che...



Tiziano Ferro - La paura che...

Mentirai ai miei occhi
Sbaglierai se me tocchi
Non puoi dimenticarla
Una bugia quando parla
E sbaglierà le parole
Ma ti dirà ciò che vuole
Ognuno ha i suoi limiti
I tuoi li ho capiti bene
E visto che ho capito
Mi verserò da bere
Di notte quando il cielo brilla
Ma non c'è luce né una Stella
Ricorderò
La paura che
Che bagnava i miei occhi
Ma dimenticarti
Non era possibile e
Ricorderai
La paura che
Ho sperato provassi
Provandola io
Che tutto veloce nasca
E veloce finisca
La lacerante distanza
Tra fiducia e illudersi
È una porta aperta
E una che non sa chiudersi
E sbaglierà le parole
Ma ti dirà ciò che vuole
C’e differenza tra amare
Ed ogni sua dipendenza
"ti chiamo se posso" o
o "non riesco a fare senza"
soffrendo di un amore raro
che più lo vivo e meno imparo
ricorderò…
e restera com'è
dirselo adesso e farlo lo stesso
pero dopo niente cambiera
e restera com'è
dirselo ora poi dopo ancora
dimenticando ti amerò
E ogni tuo abbraccio sarà un dono
Anche se in fondo sarò solo
Senza volerlo
Senza saperlo
Però dopo niente cambierà
E restera com'è
Mentirai ai miei occhi
Sbaglierai se mi tocchi...




permalink | inviato da il 29/7/2006 alle 7:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


2 giugno 2006

Boulevard Of Broken Dreams



Green day - Boulevard Of Broken Dreams

Don't remember where I was
I realized life was a game
The more seriously I took things
The harder the rules became
I had no idea what it'd cost
My life passed before my eyes
I found out how little I accomplished
All my plans denied

So as you read this know my friends
I'd love to stay with you all
Please smile when you think of me
My body's gone that's all

A tout le monde
A tout les amis
Je vous aime
Je dois partit
There are the last words
I'll ever speak
And they'll set me free

If my heart was still alive
I know it would surely break
And my memories left with you
There's nothing more to say
Moving on is a simple thing
What it leaves behind is hard
You know the sleeping feel no more pain
And the living are scarred




permalink | inviato da il 2/6/2006 alle 20:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


25 marzo 2006

Attimi (Pensiero della notte #2)

Attimi. Istantanee nella mente.
Sorrisi, parole e sguardi. La tua mano appena sfiorata, un saluto e via.
Lo sguardo che ti segue, la porta si chiude.
Gelo nel cuore... maledetta paura.
Le parole taciute restano dentro a farmi male.




permalink | inviato da il 25/3/2006 alle 6:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


21 marzo 2006

Canzone



Lucio Dalla - Canzone

Non so aspettarti più di tanto
ogni minuto mi dà
l'istinto di cucire il tempo
e di portarti di qua
ho un materasso di parole
scritte apposta per te
e ti direi spegni la luce
che il cielo c'è
stare lontano da lei
non si vive
stare senza di lei mi uccide.
Testa dura testa di rapa
vorrei amarti anche qua
nel cesso di una discoteca
o sopra al tavolo di un bar
o stare nudi in mezzo a un campo
a sentirsi addosso il vento
io non chiedo più di tanto
anche se muoio son contento
stare lontano da lei
non si vive
stare senza di lei mi uccide.
Canzone cercala se puoi
dille che non mi perda mai
va per le strade tra la gente
diglielo veramente.
Io i miei occhi dai tuoi occhi
non li staccherei mai
e adesso anzi io me li mangio
tanto tu non lo sai.
Occhi di mare senza scogli
il mare sbatte su di me
che ho sempre fatto solo sbagli
ma uno sbaglio che cos'è.
Stare lontano da lei
non si vive
stare senza di lei mi uccide.
Canzone cercala se puoi
dille che non mi lasci mai
va per le strade tra la gente
diglielo dolcemente.
E come lacrime la pioggia
mi ricorda la sua faccia
io la vedo in ogni goccia
che mi cade sulla giacca
stare lontano da lei
non si vive
stare senza di lei mi uccide.
Canzone trovala se puoi
dille che l'amo e se lo vuoi
va per le strade tra la gente
diglielo veramente
non può restare indifferente
e se rimani indifferente
non è lei.
Stare lontano da lei
non si vive
stare senza di lei mi uccide...




permalink | inviato da il 21/3/2006 alle 2:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


10 marzo 2006

Pensiero della notte

Vorrei, anche solo per un giorno, poter essere come ho sempre sognato.
Dovrei smetterla di dar retta all'istinto.
Sarei di certo più felice.




permalink | inviato da il 10/3/2006 alle 2:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


24 febbraio 2006

Xunah



Le Vibrazioni - Xunah

Al mio risveglio trovo un cielo brillante
raro come una pietra di un'isola blu
dove il tempo scorre più invano
di una certezzo forse perduta e sepolta

Ma c'è posto anche qui pe te
Si c'è posto anche qui per te
In questo mio cammino avrai tutto quello che vuoi, che vuoi

La tua vanità è più forte della mia volontà
ma in fondo è giusto che tu mi consumi così, così

Ma alle due e mezza mi accorgo che è già tardi
per pensare di arrivare in orario da te
che mi conduci ogni volta che vuoi
alla tua porta celeste e molesta

Oggi in veste d'amante
Oggi in veste d'amante
ma sono già per domani un tuo ricordo costante, costante

La tua vanità è più forte della mia volontà
Ma in fondo è giusto che tu mi consumi così, così

Xunah, Xunah, Xunah
Xunah, Xunah, Xunah
Xunah, Xunah, Xunah

Ma ora è tardi e non c'è tempo per vivere
quei giochi di lotta che piacciono a te
domani è un altro giorno
e forse accadrà
che andremo a vivere insieme felici

Ora dormi che è tardi
Ora dormi che è tardi

La luna è piena e avrai
nuovi sogni e speranze ed incanti

La tua vanità è più forte della mia volontà
e in fondo è giusto che tu mi consumi così, così

Xunah, Xunah, Xunah
Xunah, Xunah, Xunah
Xunah

 




permalink | inviato da il 24/2/2006 alle 10:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


13 febbraio 2006

Il soffio



Luciferme - Il soffio

Ho visto qui risplendere
Le lune di un pianeta che non c'è
Ed il futuro che è solo una poesia
Fatta di rose e di spine
Tu non lo sai ma è come se
Qui il tempo no, non passasse mai
Della mia vita quello che resta è
Un dolce soffio impalpabile
Ruberò al sole un raggio per te
E la sua luce io cavalcherò
Chiudendo gli occhi io ti rivedrò
Per una volta ancora ti rivedrò
Ed in silenzio
Un pegaso dorato che
Volteggiando scende su di me
E nei tuoi sogni io mi nasconderò
Un dolce soffio impalpabile
Chiudendo gli occhi io ti rivedrò
Per una volta ancora ti rivedrò
Ed in silenzio, ed in silenzio
Ed in silenzio, ti parlerò
Uo-o-o, uo-o-o, oo-o-o-o
Uo-o-o, uo-o-o, oo-o-o-o
Uo-o-o, uo-o-o, ti parlerò




permalink | inviato da il 13/2/2006 alle 16:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


2 febbraio 2006

Paradise



Stratovarius - Paradise

She never really had a chance
On that fateful moonlit night
Sacrificed without a fight
A victim of her circumstance
Now that I've become aware
And I've exposed this tragedy
A sadness grows inside of me
It all seems so unfair
I'm learning all about my life
By looking through her eyes
Just beyond the churchyard gates
Where the grass is overgrown
I saw the writing on her stone
I felt like I would suffocate
Inloving memory of our child
So innocent, eyes open wide
I felt so empty as I cried
Like part of me had died
I'm learning all about my life
By looking through her eyes
And as her image
Wandered through my head
I wept just like a baby
As I lay awake in bed
And I know what it's like
To lose someone you love
And this felt just the same
She wasn't given any choice
Desperation stole her voice
I've been given so much more in life
I've got a son, I've got a wife
I had to suffer one last time
To grieve for her and say goodbye
Relive the anguish of my past
To find out who I was at last
The door has opened wide
I'm turning with the tide
Looking through her eyes

 




permalink | inviato da il 2/2/2006 alle 11:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


28 gennaio 2006

L'uomo più furbo



Max Gazzè - L'uomo più furbo

L'uomo più furbo del mondo
conquistatore instancabile e attento
ha avuto donne di tutti i paesi
donne che aspettano il ritorno
l'unica donna che ha tanto amato
gli ha voltato lo sguardo
un incontro all'ultimo bacio
con lei non poteva rifarlo
negli occhi di tutte le donne del mondo
quando le accarezza
cerca lei
che non vuole più l'uomo più furbo

l'uomo più furbo del mondo
fuma tre pacchi di sigari al giorno
gli bruciano gli occhi dal fumo e dal pianto
come il pianto che non scenderà mai
per lei con cui non può più stare
per lei con cui non può parlare
perché lei uccisa dal rancore
gli ha negato per sempre l'amore

negli occhi di tutte le donne del mondo
quando le accarezza
cerca lei
che non vuole più l'uomo più furbo

l'uomo più furbo del mondo
può avere tre o quattro donne al secondo
quella sera torna a casa da solo
scaccia gli sguardi come scaccia le zanzare
e rinuncia al suo amore di sempre
che non potrà mai scordare

negli occhi...

 




permalink | inviato da il 28/1/2006 alle 6:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

sfoglia     marzo       
 

 rubriche

Diario
Heavy Metal
AC Milan
Il commento del giorno
Poesie & Canzoni
Foto
Ipse Dixit
Divertenti
Fotomontaggi
Automobili
Test

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

S.D.C. Forum
DevilsMania
Mio Blog su Splinder (in costruzione)
Chiara's Blog
Anto's Blog
Anto's Blog (old) - Always on my mind...
Claudia-ANSA007's Blog
Claudia's Blog
Daniela's Blog
Daniele's Blog
Fabiana's Blog
Francesca's Blog
Giuseppe's Blog
Ilaria's Blog
Martina's Blog
Mary's Blog
Mascia's Blog
Meg's Blog
Monia's Blog
Roberta's Blog
Sergio's Blog
Stefano's Blog
Valentina's Blog
Valeria's Blog
Vanessa's Blog
Vicky's Blog
Vicky's 2nd Blog
Walter's Blog
Filo, Rò & Company...

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom